Il cavaliere volante: presentazione a Livorno

28 maggio 2017 • • Views: 115

Giovedì 24 agosto, ore 18.30

Livorno – Circolo Orlando, Porto Mediceo

presentazione del libro

Il cavaliere volante”

EDIZIONI ERASMO

di

Gabriele Benucci

Giovedì 24 agosto, ore 18.30, da Cavallini, Porto Mediceo, appuntamento con il libro “Il cavaliere volante” (Edizioni Erasmo – 2017) di Gabriele Benucci.

Parlare di Federico Caprilli significa raccontare del militare sinceramente dedito al dovere, del teorizzatore e sperimentatore inesauribile della tecnica equestre, dell’istruttore paziente e disponibile; ma vuol dire anche trattare dell’uomo dalla battuta pronta e caustica, del tombeur de femmes seducente e sfrontato, del progressista per indole e provenienza familiare e di uno dei primissimi esempi di campione sportivo amato dalle folle.

Ufficialmente Caprilli morì cadendo da un morello che andava al trotto. Ma la vulgata sussurra molto altro sulla morte e sulla vita del livornese che inventò l’equitazione moderna. Romanzesca fu, in effetti, la vita di Caprilli, tanto che dietro le biografie più o meno ufficiali restano celati amori passionali, figure di nobildonne, attrici e mariti traditi; ma anche storie di sfide olimpiche, di militari gelosi e promozioni negate. Fino al mistero più grande: quello che dal 1907 circonda la sua morte, avvenuta in circostanze mai del tutto chiarite e nella solitudine indistinta di un nebbioso pomeriggio invernale torinese.

È per questo che raccontare di Federico Caprilli significa muoversi tra storia e romanzo, tra fatti reali e voci mai confermate, tra certezze concrete e ipotesi costruite a tavolino; ferma restando la volontà di rendere nel modo più completo possibile la storia di colui che per sempre verrà ricordato come “il cavaliere dei cavalieri”.

Gabriele Benucci è nato a Firenze nel 1967, si forma inizialmente come attore e ideatore culturale al CRST di Pontedera, l’Atelier della Costa Ovest e Armunia. Dal ’94 al 2009 è responsabile ideativo e organizzativo della cooperativa Theatralia di Livorno, con cui realizza numerosi progetti teatrali e culturali in Italia e all’estero. Giornalista dal ’93, ha lavorato per quotidiani, mensili e radio, scrivendo di cronaca e teatro e conducendo rubriche radiofoniche, anche internazionali. Dal 2001 è progettista europeo, attività con la quale ha gestito diversi progetti a carattere culturale/teatrale. Dal 2013 è direttore organizzativo della compagnia Scenica Frammenti e del Collinare Festival di Lari. Da quasi quindici anni scrive per il teatro ed è autore di saggi e racconti che hanno avuto riconoscimenti nazionali. Si definisce “qualcuno che con la fantasia crea storie da vedere e da leggere”. La stessa fantasia la usa per inventare progetti che mettono insieme artisti italiani e stranieri.

Tra i suoi numerosi lavori teatrali: Il cavaliere volante, sulla figura del livornese Federico Caprilli; Moresca, sulla realizzazione del gruppo monumentale dei Quattro Mori; Quelli di spoon River, sul testo di E. Lee Masters e le musiche di F. De André; Testa di Rame, scritto con Andrea Gambuzza sulle vicende dei palombari livornesi all’indomani della Seconda Guerra Mondiale; Otto con, sulle imprese umane e sportive degli Scarronzoni, l’otto di canottaggio più famoso della storia remiera italiana.

Comments are closed.