Presenza di spiriti.

15,00

Categoria:

Descrizione

Livorno in 22 fantasmi
A cura di Raffaele Palumbo
Fantasmi a Livorno?
Ce ne sono dappertutto, e anzi certi posti sembrano fatti apposta per loro. Si sa che gli impianti chimici dismessi, i cinema abbandonati e i casermoni diroccati ospitano spettri di ogni tipo. Invece da altre parti – chessò, in via Roma,
all’Ipercoop, in farmacia, persino al ristorante – non se li aspetta nessuno, eppure sono anche lì. Del resto la città è di tutti, no?
C’è addirittura chi li ha trovati a casa sua, nel piatto.
In genere sono fantasmi perbene, tranquilli, pensano agli affari loro e non cercano rogne. E allora uno può anche non accorgersi di questa presenza di spiriti. Entrano, escono, buongiorno e buonasera, ognun per sé e Dio per tutti. Ma se ti capita di imbatterti nel fantasma sbagliato, allora sono rogne. Se non stai attento ti fa diventare matto, ti rovina l’esistenza, e chissà quante volte maledici il giorno che vi siete incontrati. Succede davvero, leggete queste storie.
Ma non c’è da stupirsi, né c’è da aver paura più di tanto, di questi fantasmi. Quanta gente conoscete che la vita gliel’ha rovinata la moglie, il marito, la suocera? O il capoufficio, il condomino del piano di sopra, il promotore finanziario?

A cura di Raffaele Palumbo

Questo libro è nato da un contest. Da una sfida, insomma. Una roba seria, come quelle tra vaccari a suon di pistole fumanti, come le sfide tra bande rivali o bande musicali o scuole di kung fu, di manga giapponesi o scuole di danza. O scuole di scrittura creativa, com'è in questo caso. Tre scuole a contendersi il titolo di Racconto Migliore. I tre mentori si sono trovati e hanno dettato le regole: un minimo e un massimo di parole, si capisce; e che poi si parli di fantasmi, di spettri, di presenze; e che se ne parli a Livorno e dintorni, tanto per non perdere le radici. E più qualche altra regoletta che ora sfugge. Giudici scelti imparziali, tre, che tutto si son sciroppati e han dato il verdetto.

Il risultato è piaciuto, e una scelta dei racconti, i meglio classificati, eccola, si pubblica. È qui, nelle vostre mani, proprio adesso.

E proprio adesso, a voi lettori, il compito di continuare con il gioco della sfida: nelle pagine finali trovate una scheda per eleggere il racconto che a voi è piaciuto di più (e per vincere un bel po' di libri, oltretutto).

Enjoy.

P.S. – Per i più curiosi: le tre scuole le tirate fuori dalle schede degli autori, in fondo al libro.